Paesaggio Rurale

  • Paesaggio Rurale - Salento
    Paesaggio Rurale - Salento

Gli Ulivi Secolari
In Puglia vi è una porzione di territorio delimitato dai comuni di Ostuni, Fasano, Monopoli e Carovigno in cui è altissima la concentrazione di ulivi millenari con piante che potrebbero avere un’età stimata di oltre 3.000 anni risalenti all’epoca degli antichi Messapi. E’ possibile visitare questo grande patrimonio che caratterizza il paesaggio del territorio pugliese grazie ad una rete di sentieri, tratturi e antiche strade come la via Traiana che attraversano l’intera piana degli ulivi secolari e millenari. Vai a scheda dettaglio>>

I Furnieddhi
I pajari (o paiari, o pagghiari, o furnieddhi, furni, truddi, chipuri, caseddhi a seconda del luogo) è una costruzione rurale realizzata con la tecnica del muro a secco. Normalmente si tratta di costruzioni isolate nelle campagne, ma ve ne sono anche alcune che sono unite in gruppi di 2 o 3 a formare edifici più complessi. Rappresentano oggi uno degli elementi caratteristici del paesaggio salentino tanto da essere tutelate e valorizzate dalle istituzioni locali. Vai a scheda dettaglio>>

Le Masserie
Le Masserie del Salento: possenti, dignitose, maestose, ricche di storia, di cultura, di tradizioni, di ricordi. Ognuna con una sua storia, esse appartengono alla categoria dell’edilizia rurale storica; ognuna con caratteristiche sue proprie che, per cause storico-sociali, economiche e politiche, le differenziano dalle cascine toscane e da quelle lombarde, dai casali laziali o di altre regioni. Tutte diverse ma accomunate da un unico grande pregio: aver visto nascere, crescere ed evolvere i nostri avi, piccole comunità di contadini che vivevano in quei grandi agglomerati. Vai a scheda dettaglio>>

Muretti a Secco
Il Salento è una terra carsica bruciata dal sole che abbonda di materiale pietroso. Assoggettare questa terra è stato per i contadini un compito durissimo; per renderla coltivabile è stato necessario ”ripulirla” dalle pietre che sono state così accumulate (specchie) o messe ai bordi dei campi, fungendo come limite del campo stesso. Il cumulo ha poi assunto un aspetto definito con forma e dimensione, diventando un elemento caratteristico della campagna salentina, al punto da richiedere una persona specializzata nella sua costruzione, “lu paritaru”. Vai a scheda dettaglio>>

Categoria:

Comments are closed.